sabato 24 giugno 2017

Motogp Assen - Vincere sarà un terno al lotto

Qualifiche concluse con una bella rimescolata delle forze in campo grazie alla pioggia battente. La pole è andata al veloce Johann Zarco sulla Yamaha del Team Tech3, sicuramente rivelazione della stagione ma non indicato tra i favoriti per la gara. Negli unici turni di prove libere asciutti, i migliori come passo gara erano stati Vinales e Marquez, per stessa ammissione di Andrea Dovizioso. Zarco aveva chiuso al quinto posto con un passo decisamente più blando rispetto ai due spagnoli. In qualifica l'unico a non aver tradito le aspettative della vigilia è stato Marc Marquez che si è piazzato al secondo posto. A questo punto il numero 93, con un Vinales disastroso sul bagnato, potrebbe essere il favorito per la vittoria finale. Infatti Maverick si è qualificato solamente 11° e si dovrà cimentare in una bella rimonta prima di poter lottare per la vittoria con il connazionale. Domani si prevede gara asciutta, e tra i big una bella sorpresa potrebbe arrivare da Andrea Dovizioso. L'italiano dovrà si partire dalla terza fila, ma potrà sfruttare la potenza del Desmo in partenza per recuperare subito qualche posizione, per poi giocarsi il podio, visto che venerdì in condizioni di asciutto si sentiva a suo agio sulla moto. Tanti gli outsider che sulla carta possono puntare al podio, ma solo chi saprà lavorare meglio nel warm up domani mattina potrà veramente essere della partita, dato il poco tempo per provare in condizioni ottimali. Da quest'anno, con una concorrenza mediamente più agguerrita che in passato, diventa sempre più importante riuscire a mantenersi nella top ten in tutte le sessioni di prove libere onde evitare la Q1 e nel caso di mancata qualificazione un numero esagerato di piloti più coriacei da superare per ambire alle posizioni che contano. E proprio per questo, in condizioni come quelle odierne di full wet, secondo me sarebbe auspicabile fare una sola qualifica per tutti. Infatti oggi la Q1 è stata mediamente più veloce della Q2, facendo partire dalle retrovie piloti che avrebbero meritato una posizione migliore in griglia. 
La combinata delle due qualifiche:
1 Johann ZARCO 1'46.141
2 Marc MARQUEZ 1'46.206
3 Danilo PETRUCCI 1'46.526
4 Valentino ROSSI 1'46.705
5 Sam LOWES 1'47.191
6 Jack MILLER 1'47.217
7 Loris BAZ 1'47.234
8 Aleix ESPARGARO 1'47.277
9 Andrea IANNONE 1'47.649
10 Jonas FOLGER 1'47.663
11 Alex RINS 1'47.804
12 Alvaro BAUTISTA 1'47.812
13 Karel ABRAHAM 1'47.947
14 Pol ESPARGARO 1'47.957
15 Cal CRUTCHLOW 1'48.042
16 Andrea DOVIZIOSO 1'48.079
17 Hector BARBERA 1'48.080
18 Jorge LORENZO 1'48.219
20 Maverick VIÑALES 1'48.266
21 Bradley SMITH 1'48.448
22 Tito RABAT 1'48.700


23 Dani PEDROSA 1'49.623

Motogp Q2 Assen - Pole di Zarco, Petrucci terzo



Motogp Fp4 Assen - Sotto la pioggia Zarco davanti a Lorenzo



Motogp fp3 Assen - Sul bagnato la spunta Redding



venerdì 23 giugno 2017

Ducati V4: le nuove foto

foto Motociclismo
 Nelle nuove foto spia, rispetto a quelle che vi ho presentato ieri, si nota la differenza tra l'attuale monoscocca della Panigale e quello che verrà a utilizzato sulla nuova sportiva. Quest'ultimo risulta a prima vista molto più rastremato, tanto da sembrare un doppio trave, ma con ancora il motore come elemento portante. 
Foto Motociclismo

Foto Motociclismo

Dovizioso:"Abbiamo margine per migliorare"

Le dichiarazioni di Andrea Dovizioso al termine della prima giornata di prove sulla pista di Assen:
"Oggi è andata molto bene, sono contento della velocità che abbiamo dimostrato anche se siamo più lenti di Vinales, mentre Marquez ha un buon passo. Abbiamo margine per migliorare e spero che avremo la possibilità di girare sull'asciutto anche domani, anche se sembra difficile. Oggi è solo venerdì e solo la gara ci dirà realmente il nostro potenziale. Maverick è andato forte con tutte le gomme che ha provato, mentre Marc è stato veloce con le gomme vecchie di qualche giro. Loro sono quelli che sono più a posto, però noi non siamo assolutamente lontani a livello di passo. Assen è una pista indicativa per la cresciuta competitività della Desmosedici, perché è abbastanza diversa dalle altre, sia a livello di tracciato che di condizioni climatiche. L'anno scorso abbiamo corso sul bagnato e sull'asciutto non avevamo comunque il passo per vincere. Secondo me oggi abbiamo confermato di essere competitivi, anche se Maverick ha un passo straordinario.
Jorge sta guidando bene, ma la nostra moto ha delle caratteristiche che la rendono difficile da guidare, serve tempo per imparare a gestirla al meglio.Chi afferma che Michelin produca gomme per la Ducati, dice una bella cavolata. Una delle caratteristiche della nostra moto è il minor consumo della gomma anteriore, ma capitava anche con la Bridgestone. Questo è un vantaggio, ma abbiamo anche dei limiti e da fuori questi si notano meno. Questa mattina ho perso dell'olio, sporcando la pista, ma fortunatamente non abbiamo danneggiato il motore. Infatti oggi pomeriggio l'ho utilizzato".

Motogp Fp2 Assen - Primo Vinales, Dovizioso quarto