sabato 29 aprile 2017

Chaz Davies:"Non so come sarebbe finita, rimane la consapevolezza di essere stati competitivi"

Le dichiarazioni dei piloti ufficiali Ducati, al termine di gara1 sul circuito di Assen.
Chaz Davies:"È stata una bella gara. Ho trovato subito il mio ritmo in testa alla corsa ed il nostro passo era competitivo, specialmente nei primi giri. Nonostante questo, faticavamo un po’ in un paio di aree e non volevo fare un errore, quindi ho cercato di fare sì che ci giocassimo la vittoria all’ultimo giro. Sfortunatamente, ci siamo dovuti fermare prima. E’ sicuramente una delusione; non so come sarebbe andata a finire, ma penso che sarebbe stato un giro elettrizzante da guardare. Rimane comunque la consapevolezza di essere stati competitivi, ed in vista di domani dobbiamo fare un paio di aggiustamenti. Speriamo di essere ancora una volta in lotta per la vittoria, ma stavolta fino alla fine.”

Marco Melandri:"Fino a questa mattina non mi sarei aspettato di terminare la gara sul podio. Eravamo in difficoltà nelle FP3 ed anche chiudere nei primi cinque lo reputavo difficile. La squadra però ha fatto un grande lavoro e prima della Superpole ho ritrovato il feeling con la moto. All’inizio della gara sono stato veloce, ma il nostro passo non era sufficiente per restare con i primi, così ho preferito non prendere rischi eccessivi. Mi spiace per Chaz, che ha avuto tanta sfortuna, ma sono contento del nostro risultato e proverò a fare meglio domani. Le condizioni qui erano molto diverse rispetto alle prime gare. La moto si muoveva molto e non abbiamo ancora trovato la costanza necessaria all’anteriore sulla distanza di gara, ma analizzeremo i dati per provare a fare un altro passo avanti in vista di Gara 2”.
Fonte GPOne

WSBK Gara1 Assen - La Pagella di PGreco


Rea Voto 10. Ostacola Chaz in qualifica e viene penalizzato con la retrocessione alla seconda fila. Dopo aver conquistato la seconda posizione, studia il suo avversario fino a quattro giri dal termine, quando inizia a sferrare attacchi a Davies, che gli risponde colpo su colpo. Purtroppo non sapremo mai chi avrebbe potuto vincere questa splendida lotta, perchè la Panigale R numero 7 si ammutolisce prima di tagliare il traguardo del penultimo giro.

Sykes Voto 9. All’inizio sembra poter lottare con Johnny e Chaz per la vittoria, ma alla fine conquista il secondo posto solo per il guaio tecnico della Ducati. Eterno gregario.

Melandri Voto 7. Un podio poco meritato ma regalato dal forfait del motore della Ducati del compagno.

Fores, Torres, Hayden Voto 6,5. Con i mezzi a loro disposizione fanno una buona gara.

Piloti Team Yamaha Voto 0. VdM cade davanti al suo pubblico, Lowes colleziona la sua ennesima caduta in carriera.

Davies Voto 10 e Lode ad Honorem. Domina la gara con una moto inferiore alla verdona di Rea. Violenta la sua Ducati per tutta la gara, combattendo Rea a suo di staccate, dando tutto se stesso e mettendoci il cuore. Non sapremo mai se sarebbe riuscito a vincere, il fato ingiusto ha messo a "tacere" la sua Panigale prima del tempo.

WSBK Gara1 Assen - Vince Rea, chapeau per Chaz Davies


Si parte con J.Rea arretrato al quarto posto, dopo aver conquistato la pole, per aver ostacolato Chaz Davies durante la Superpole2. 
Al semaforo il più rapido a prendere la testa della corsa è Davies con la sua Panigale R. Bagarre tra le due Kawasaki per chi debba essere il primo degli inseguitori del gallese. In pochi giri si registra un dritto e una caduta per il pilota di casa Van Der Mark.
Liberatosi del compagno di squadra, il campione del mondo ha ricucito velocemente il distacco da Davies a suon di giri veloci, tirandosi dietro Sykes e Marco Melandri.
Rea continua a giocare come il gatto con il topo, facendo sentire la sua presenza alle spalle del pilota Ducati.
Solo Sykes riesce a tenere il passo dei primi due, mentre Melandri perde costantemente terreno dalle posizioni da podio. 
Caduta di Alex Lowes a otto giri dalla conclusione, intanto Rea inizia a farsi vedere con più insistenza su Chaz Davies, mentre Sykes si allontana gradatamente dalla coppia di testa.
Primo attacco di Rea a 4 giri dalla fine, con controsorpasso di Davies grazie ad una staccata furibonda.
Nuovamente Rea davanti e nuovamente Chaz lo ripassa, ultimi giri da cardiopalma, pelle d'oca a gogo...
Guasto tecnico per Chaz Davies quando inizia l'ultimo giro. Rea va a vincere facile, con Sykes alle sue spalle e Melandri sul terzo gradino del podio. Chapeau per Davies che ha dato anima e cuore per vincere la gara. 



WSBK Superpole2 Assen - Le Kawasaki dominano le qualifiche



WSBK Fp3 Assen - Rea spaventa tutti



venerdì 28 aprile 2017

WSBK Assen - I commenti dei piloti Ducati al termine delle prove libere

Le dichiarazioni dei piloti ufficiali Ducati, al termine delle prime prove libere.
Marco Melandri:“In Fp1 abbiamo faticato, mentre nelle Fp2 ci siamo avvicinati progressivamente migliorando nettamente il passo. Anche se abbiamo rischiato di rimanere esclusi dai primi 10, sono fiducioso del nostro potenziale, perchè non abbiamo utilizzato la gomma nuova. Dobbiamo migliorare soprattutto nel primo settore.In particolare dobbiamo lavorare sul grip, perché pur avendo fatto passi avanti con il feeling all’anteriore ci resta da migliorare la consistenza della gomma posteriore”.
Chaz Davies:"Sono abbastanza contento delle nostre prestazioni anche se non abbiamo ancora centrato l'obbiettivo. Dobbiamo migliorare in alcuni aspetti, ma non siamo lontani, sopratutto guardando i tempi sul giro.
Nella simulazione gara è stato più facile girare forte negli ultimi giri, questo è positivo perchè significa che le gomme non soffrono particolarmente l'usura.
Dobbiamo migliorare la stabilità, perchè la moto si muove troppo, e l'entrata in curva dalla frenata al punto di corda".

WSBK Fp2 Assen - Rea di misura su Davies